Il 16 dicembre scade il termine per il versamento della seconda rata IMU e TASI 2015. 

In ordine alla TASI i soggetti passivi dell’imposta sono il proprietario ed il detentore dell’immobile, secondo quelle che sono le aliquote stabilite dai Comuni. Ad esempio, la TASI 2015 è dovuta anche dagli inquilini che abitano in affitto per una quota parte (tra il 10 ed il 30% dell’ammontare totale).immagine pagamento contributi

Per il pagamento occorre utilizzare il modello F24 da presentare a uno sportello bancario o postale.L’IMU, a differenza della TASI, è dovuta dai possessori di immobili titolari di un diritto reale di godimento sullo stesso (proprietari, diritto di abitazione e/o uso). Dal 2014 l’IMU non è dovuta sulla prima casa e sulle relative pertinenze.

Il calcolo dell'imposta non è immediato e soprattutto richiede una preventiva lettura delle delibere comunali, spesso contenenti particolari detrazioni volte ad agevolare il contribuente. 

A partire dal 2016, ha dichiarato il premier, non esisterà più alcuna forma impositiva sull'abitazione principale. Molti contribuenti, possessori solo dell'abitazione principale, potranno quindi ignorare quelle scadenze che riguarderanno, dal prossimo anno, esclusivamente i possessori di seconde case.